Skip to main content

IL DIAGRAMMA VI PERMETTE DI TROVARE IL GRADO DI ISOLAMENTO DESIDERATO

Lo scopo della tecnica dell’isolamento è di installare la macchina in maniera tale che gli effetti negativi descritti Precedentemente non siano trasmessi all’ambiente circostante. La trasmissione avviene se la macchina è stata posata su degli elementi troppo elastici e si sposta pressoché liberamente sotto l’influenza delle forze dinamiche. Utilizzando un sistema a molla interposto tra la macchine e il suolo, si ottiene un isolamento molto efficace. Il sistema deve avere una frequenza propria molto più bassa di quella delle vibrazioni con un isolamento supercritico.

Il diagramma riportato di seguito Vi permette facilmente di definire la freccia dell’elemento da utilizzare tenendo conto della frequenza di lavoro della macchina e del grado di isolamento delle vibrazioni desiderato. Questo diagramma è valido solo per dei materiali incomprimibili e durevolmente elastici, poiché se ci sarà un degrado dell’elasticità del materiale ci sarà di conseguenza un degrado nella capacità di isolamento delle vibrazioni. Questo diagramma è utilizzabile solo per macchine che lavorano in maniera costante e nelle quali non c’è variazione delle caratteristiche. Le installazioni con l’utilizzo di molle non sono sempre applicabili per tutte le macchine.

Sopportano i movimenti propri e necessitano perciò con l’isolamento per lo meno di uno smorzamento ossia di una decelerazione addizionale. Molte macchine richiedono una stabilità che non si può ottenere con degli elementi molli. L’utilizzatore ha a disposizione una quantità di ulteriori possibilità come l’isolamento riflesso oppure il cosiddetto isolamento sub-critico. Non da sottovalutare è il luogo dove sarà installata la macchina. La frequenza propria del suolo può essere decisiva per l’isolamento. La differenza tra l’installazione di una macchina al suolo o ai piani, su una soletta, è enorme. Altri risultati possono essere ottenuti se c’è l’isolamento della fondazione. Per questo lasciateVi consigliare da noi, assieme ai nostri tecnici, per avere una soluzione soddisfacente.

La base fondamentale di questo diagramma è la seguente formula matematica:

N = frequenza delle vibrazioni (min-1)
fst = freccia statica (mm)

La risonanza è raggiunta quando la frequenza propria e delle vibrazioni prodotte dalla macchina sono più o meno identiche. In questo caso il sistema può oscillare e subire dei danni.

Esempio: una punzonatrice lavora a 1.600 colpi al minuto. Si richiede per la protezione dell’edificio l’eliminazione dell’ 80 % delle vibrazioni. Partendo dall’ordinata del diagramma nel punto in cui la frequenza corrisponde a 1.600 colpi/min, si traccia una linea orizzontale, che raggiunge la linea inclinata dell’ 80 %. Dal punto di incontro si traccia una linea verticale fino all’asse delle ascisse. Si trova così una freccia di 2 mm , che è necessaria per ottenere l’isolamento richiesto.

DIAGRAMMA DI ISOLAMENTO